PROGETTO

È un vero e proprio teatro magico per anime solitarie, quello che portano in scena i pavesi Nylon. Un teatro in cui, sotto lo sguardo benevolo di Tom Waits, fra chitarre e violoncello, s’intrecciano rock, folk e canzone d’autore per raccontare storie che odorano di smarrimento, sbronze, artisti derelitti, bettole di provincia e nottate infinite.

Questa è la definizione che lo scrittore Roberto Bonfanti da dei Nylon.

I Nylon sono Filippo Milani (voce), Davide Montenovi (chitarre) e Adriano Cancro (violoncello), e contano sul supporto di di Roberto Re (basso) e Fabio Minelli (batteria). Lo spettacolo accosta testi che attingono a piene mani dal genere del cantautorato, sporcato musicalmente da influenze dei generi più disparati: rock, pop, jazz, musica gitana, balcanica, … Il risultato è un variopinto ventaglio di canzoni che sul palco prendono vita in virtù dell’impronta teatrale che la band da allo spettacolo, caratteristica distintiva dello stile dei Nylon.

Abbiamo aperto i concerti di vari artisti, fra cui Max Manfredi, le Luci della Centrale Elettrica, Roberto Angelini, Omar Pedrini, Alessandro Grazian.

Nel 2016 è uscito Antipasto Crudo, EP autoprodotto oggi esaurito.

Nel 2018/19 è prevista l’uscita del nostro primo album, in concomitanza con il videoclip de L’Indecente, primo singolo dell’album.

Nel 2018 ci siamo aggiudicati il concorso Rock Targato Italia.

“Sai che impudenza: la pretesa di cantare una canzone originale” 
(L’indecente)

10730861_10152467570554423_574947483317346871_n